Pure essendo un brand nuovo, Antracite ha una lunga storia alle spalle. Oggi ci piacerebbe condividerla con voi.

Tutto ebbe inizio nel 1976, oltre quarant’anni fa, quando Franco Vagnini fondò la prima taglieria di pietre dure italiana.

Aveva trascorso anni in Germania, come tanti giovani, a cercare fortuna. E l’aveva trovata nella minuscola città di Idar Oberstein, un piccolo paese famoso per il taglio delle pietre.
Qui imparò il mestiere e quando decise di tornare in Italia, con passione e forza di volontà, importò questa attività nel nostro paese. La Vagnini & Zangheri era una delle prime taglierie di pietre dure in Italia. Poi le cose sono cambiate. Si è passati dalla realizzazione di collane in pietre dure alla gioielleria con metalli preziosi.

Proprio queste pietre, che tanti anni fa, furono tagliate e lavorate, sono diventate l’ispirazione per Antracite.

Pensate che alcune di quelle che utilizziamo ancora oggi sono le stesse che abbiamo tagliato tra il 1980 e il 1985. Lapislazzuli, diaspro, onice, ancora oggi belle e lucenti.

Sono rimaste nel nostro magazzino per anni, fino a quando con la nascita di Antracite, le abbiamo rispolverate. Le pietre dure, se di qualità, mantengono inalterata la propria forma, la lucentezza e i colori. E se possibile, una volta inserite in un gioiello, insieme all’argento invecchiato, acquistano ancora più fascino.

La storia di Antracite, come avete potuto leggere, è circolare. Tutto nasce dalla riscoperta di una tradizione antica, come quella delle taglierie di pietre, rivista in chiave moderna seguendo le ultime tendenze della moda, grazie alle mani creative che oggi realizzano i nostri bracciali, catene per pantalone e mala tibetani. Un filo ininterrotto che lega insieme passato e presente.

Speriamo che questo articolo abbia chiarito la vostra curiosità!